Irlanda on the road

Arrivati in Irlanda a Dublino, si possono ammirare distese di verde incontaminate, e mandrie di animali in totale libertá.

Arrivare a Dublino è semplice, si può scegliere la compagnia di bandiera Aer Lingus oppure la compagnia low cost Ryanair.

Da Dublino si possono raggiungere facilmente le meraviglie dell’Irlanda.. Noi abbiamo deciso di farla on the bus 🙂

Una tappa fondamentale è stata l’università il Trinity college, antichissima Universitá situata nel centro della cittá di fronte alla Bank of Ireland. Qui studiò il celebre Oscar Wild.

Trinity_College_Dublin_4

Tappa serale invece è stato il Temple Bar, luogo di ritrovo serale, dove abbiamo potuto vivere l’atmosfera irlandese in tutte le sue forme. C’erano artisti di strada, musica dal vivo,  ed abbiamo avuto la possibilità di bere la vera birra irlandese ?.

Temple Bar Dublin

 

Il giorno seguente prendiamo il bus, e decidiamo di andare a visitare Belfast, dove abbiamo visitato il museo del Titanic, aperto solo dal 2012.. consigliamo di prenotare i biglietti con largo anticipo, si vive un’esperienza, non sembra neanche di essere in un museo, consigliassimo. Consigliato il giro anche in taxi, per le strade piene di murales, i conducenti tutti gentili vi illustreranno e spiegheranno durante il tragitto.

Il-museo-del-Titanic-a-Belfast

 

Ripreso il bus, siamo andati nelle zone di Ring of Kerry, tipico paesaggio irlandese, consigliamo di scendere almeno una volta dall’autobus, per gustarsi il profondo senso di libertà che da questa zona.

Ring.of.Kerry.

 

Scogliere di Moher, sono le scogliere che si vedono nei film… ammetto soffro di vertigini, però sono impressionanti bellissime… sono stata un ora in silenzio ad ascoltare il mare che si scagliava contro la scogliera.

 

cliffs-of-moher-ireland

Me se sono innamorata… e voi?

 

 

 

Lago di Braies – Leggenda

Lago meraviglioso: tutti vogliono visitarlo. Stiamo parlando dell’incantevole Lago di Braies, sulle Dolomiti altoatesine.

Luogo meraviglioso, amato da grandi e piccini. Un luogo dove i bambini possono giocare tranquilli mentre i genitori si godono il paesaggio e si rilassano. E’ amato anche dagli sportivi, infinite sono le attività che possono svolgere qui: nordic walking, gite con le racchette da neve, passeggiate, escursioni d’alpinismo e perfino le palestre di roccia. I più temerari, in inverno, possono scalare la cascata di ghiaccio.

braisen-lago.mandovai.

braies-flikr-adam-rifkin

La leggenda narra che in tempi lontani, vivevano in queste montagne una popolazione di selvaggi, erano assai rudi e primitivi. Questa popolazione amava tutto quello che scintillava sulle montagne (pietre preziose ed oro), così ne estraevano in grandissima quantità.

Ma un giorno qualcosa cambiò, alcuni pastori delle valli vicine andare a far pascolare il loro bestiame proprio su quei prati fioriti e conobbero i selvaggi, i quali gli regalarono gli ori prodotti con le estrazioni delle pietre. I pastori, però poco a poco ne vollero sempre di più, ed iniziarono a saccheggiare i selvaggi. Questi ultimi per preservare tutta la loro fortuna, iniziarono a scavare nel terreno profonde sorgenti, e fu così che tra queste montagne si creò una distesa di acqua, che serviva appositamente per separare le due popolazioni (i selvaggi ed i pastori).

Lago-di-Braies-

Come arrivare

Il lago di Braies dista circa 45km da Cortina d’Ampezzo. E’ raggiungibile percorrendo la Strada Statale 51 Alemagna fino a Dobbiaco, poi la SS 49 per 7 km circa fino al bivio per Braies, seguendo le indicazioni.

Da Bolzano, il Lago di Braies dista poco più di 100 km. Si prende l’autostrada del Brennero fino all’uscita per la Val Pusteria e si prosegue sulla SS 49 per una trentina di chilometri fino al bivio per Braies.