Berlino città da amare..
parte 1

Berlino città da amare!
O la ami alla follia, come è successo a me, o la odi e non la comprendi.

Diverse persone tornando mi hanno chiesto cosa ci trovassi in questa città… perché secondo loro mancava di storia, niente monumenti “storici”, niente “cose vecchie”.
Aprite la mente, suvvia: il bello di questa città per me sta proprio in questo.

E’ una città che è stata profondamente ferita, quasi completamente distrutta, ma che come l’araba fenice ha saputo risorgere dalle proprio ceneri. E’ sempre nuova, è sempre sorprendente.
Il contrasto tra passato e il nuovo che avanza inesorabile è imperante.

Lasciatevi trascinare dal suo mood, perdetevi tra i palazzi e godetevi un caffè con calma gustandovi l’atmosfera che si respira.

Per visitarla mettete in conto almeno tre giorni. Sono tante le cose da vedere, tante le cose da fare… e ne vale proprio la pena.

FARE.. DA TURISTI

Da bravi turisti non potete certo perdervi I punti salienti di questa città:
1. Alexander Platz e la torre della Televisione da cui si può ammirare il panorama della città dall’alto.

alexander-plats-mandovai

2 Postdamer Platz e il Sony center, ricordandovi che nei primi del 900 questa piazza era il fulcro della città – qua fu installato il primo semaforo – per poi diventare terra di nessuno durante gli anni bui del muro.
Qua si svolge il festival del cinema di Berlino.

La potsdamerplatz (Berlin)
3. Dalla porta di Brandeburgo proseguendo per Unter der LInden, fermandosi in Babel Plazt ove si trova il ricordo della notte dei cristalli: una botola aperta nel pavimento della piazza da cui si ammira una libreria, bianca vuota.

Porta-di-Brandeburgo-berlino

4. Il muro: è ovunque, basta abbassare gli occhi e cercare la fila di due sanpietrini incastrati nel manto stradale.
La parte rimasta in piedi e più artistica è sicuramente la East Side Gallery, un tratto di muro lungo circa 1,3 km in Mühlenstrasse, nella ex Berlino est.

muro-di-berlino-mandovai
5. A due passi dalla porta di Brandeburgo e da Postdamer Platz si trova il monumento all’olocausto che commemora le vittime del genocidio nazista. E’ composto da più di 2700 blocchi di cemento di varie altezze e dimensioni. Perdersi tra i blocchi passeggiando nel silenzio invita a una profonda riflessione su quanto accaduto.

monumento-olocausto-berlino-mandovai

6. L’Isola dei Musei è per eccellenza il fulcro museale di Berlino.
Purtroppo l’attrazione principale del Pergamon Musem, l’altare di Pergamo, non sarà visitabile fino al 2019 , ma merita lo stesso una visita per la spledida porta di Ishtar.
In questo complesso troverete anche l’Alte Nationalgalerie con i magnifici quadri di Caspar David Friedrich, l’Altes Museum e il Bode Museum.
Berlino è in ogni caso una città ricca di musei: se potete fate l’abbonamento e cercate quanto più di vostro gradimento. Non vi deluderà.

….prosegue parte 2

 

Streghis