Lago di Braies – Leggenda

Lago meraviglioso: tutti vogliono visitarlo. Stiamo parlando dell’incantevole Lago di Braies, sulle Dolomiti altoatesine.

Luogo meraviglioso, amato da grandi e piccini. Un luogo dove i bambini possono giocare tranquilli mentre i genitori si godono il paesaggio e si rilassano. E’ amato anche dagli sportivi, infinite sono le attività che possono svolgere qui: nordic walking, gite con le racchette da neve, passeggiate, escursioni d’alpinismo e perfino le palestre di roccia. I più temerari, in inverno, possono scalare la cascata di ghiaccio.

braisen-lago.mandovai.

braies-flikr-adam-rifkin

La leggenda narra che in tempi lontani, vivevano in queste montagne una popolazione di selvaggi, erano assai rudi e primitivi. Questa popolazione amava tutto quello che scintillava sulle montagne (pietre preziose ed oro), così ne estraevano in grandissima quantità.

Ma un giorno qualcosa cambiò, alcuni pastori delle valli vicine andare a far pascolare il loro bestiame proprio su quei prati fioriti e conobbero i selvaggi, i quali gli regalarono gli ori prodotti con le estrazioni delle pietre. I pastori, però poco a poco ne vollero sempre di più, ed iniziarono a saccheggiare i selvaggi. Questi ultimi per preservare tutta la loro fortuna, iniziarono a scavare nel terreno profonde sorgenti, e fu così che tra queste montagne si creò una distesa di acqua, che serviva appositamente per separare le due popolazioni (i selvaggi ed i pastori).

Lago-di-Braies-

Come arrivare

Il lago di Braies dista circa 45km da Cortina d’Ampezzo. E’ raggiungibile percorrendo la Strada Statale 51 Alemagna fino a Dobbiaco, poi la SS 49 per 7 km circa fino al bivio per Braies, seguendo le indicazioni.

Da Bolzano, il Lago di Braies dista poco più di 100 km. Si prende l’autostrada del Brennero fino all’uscita per la Val Pusteria e si prosegue sulla SS 49 per una trentina di chilometri fino al bivio per Braies.